Raccolta mail PEC clienti

Per far fronte all’obbligo di fatturazione elettronica che entrerà in vigore a partire dal 1° gennaio 2019, consigliamo di iniziare a raccogliere fin da ora gli indirizzi mail PEC dei propri clienti o il loro codice destinatario (qualora già disponibile).

L’indirizzo mail PEC o il codice destinatario sono necessari ai fini di consentire la trasmissione delle fatture nel nuovo formato elettronico XML. All’interno del gestionale per ogni singolo soggetto possono essere specificati entrambi.

Questi dati vanno inseriti manualmente nelle anagrafiche di Business, all’interno di appositi campi che sono stati aggiunti a partire dalle ultime release. I campi sono reperibili all’interno di schede diverse, a seconda della versione di Business utilizzata.

Gli utenti di Business Net possono trovare i campi da compilare all’interno della scheda Export che, a partire dalle ultime release, è stata rinominata Export/F.E. (dove F.E. sta appunto per Fattura Elettronica).

(Immagine n° 1 – esempio da Business Net)

Se state già utilizzando Business Cube, invece, potrete trovare i campi da compilare all’interno della scheda Condizioni fornitura.

(Immagine n° 2 – esempio da Business Cube)

Se il cliente è un’azienda privata, nel campo Cod. destin./uff. PA va inserito il codice destinatario, un codice alfanumerico di 7 cifre fornito al cliente dal suo intermediario.

Se il cliente dovesse essere una PA allora all’interno di questo campo va indicato il codice ufficio che è un codice di 6 caratteri, reperibile nell’IPA (Indice delle Pubbliche Amministrazioni).

Nel caso di clienti consumatori finali, non dotati di un indirizzo mail PEC, si dovrà compilare il campo in questione inserendo un codice convenzionale composto da 7 zeri (0000000).

In caso di soggetto estero, esente dall’obbligo di fatturazione elettronica in quanto non residente in Italia, il campo di cui di sopra va compilato con un altro codice convenzionale composto questa volta da 7 X (XXXXXXX).

La mancata compilazione di questo campo potrebbe comportare lo scarto dell’e-fattura.

I campi citati sopra sono disponibili a partire dalle ultime release del software. In caso non dovessero essere presenti nella versione di Business attualmente in uso presso la vostra azienda, vi invitiamo a mettervi in contatto quanto prima con l’assistenza software per prenotare un aggiornamento.